Facciamo il punto della situazione in merito all’effetto “acquarello” che crea, in alcuni casi, verdi impastati sui RAW Fujifilm.

L’argomento è già stato trattato in questo articolo  ma si riferiva ai file XTrans da 16 megapixel (Fujifilm X-T1). Ora voglio riparlarne considerando i file dei nuovi sensori da 24 megapixel, ossia i RAW delle Fujifilm X-T20, X-T2 e X-H1. In particolare per questo test ho usato file della X-H1.

Di cosa si tratta?

Abbiamo già visto in questo articolo quale fosse il problema, ma in quel caso parlavo della prima generazione dei file RAW Fuji, quelli da 16 megapixel. Ora, invece, vediamo come si comportano i nuovi sensori da 24 megapixel.

In poche parole il cosiddetto effetto acquarello, che si presenta in modo maggiore fotografando fogliame ed erba, consiste nello “spappolamento” dei verdi. Vediamo un particolare al 100% di un file della Fujifilm X-H1:

Verdi impastati su RAW X-H1

Ti dirò la mia impressione: il problema c’è, anche se inferiore (e di molto) rispetto alla vecchia generazione, ma è relativo, mi sembra poca cosa. Vediamo però se e come sia possibile rimuoverlo.

Software utilizzati

Questa prova si basa essenzialmente su Adobe Lightroom Classic, versione 7.2. Gli altri software usati sono Luninar 2018 versione 1.1.1, Iridient XTransformer 1.0.2 e RawTherapee versione 5.4. Nella tabella in fondo all’articolo trovi tutte le informazioni relative ai produttori e hai la possibilità di scaricare i file in alta risoluzione generati da tali software.

Lightroom

La prima domanda è quella più comune e forse più importante: esiste un modo su Lightroom per superarlo quasi del tutto? La risposta è no, ma si può attenuare e di molto. Nello specifico, si tratta di impostare correttamente i parametri del pannello Nitidezza nel modo che abbiamo descritto nell’articolo sullo sviluppo dei RAW Fujifilm e che puoi leggere qui. Ti rimando a tale articolo per tutti gli approfondimenti del caso.

In questo test ho usato i seguenti valori:

Nitidezza

Questo semplice cambiamento modifica radicalmente la situazione. Vediamolo confrontando le immagini al 100%:

Applicazione Nitidezza in Lightroom: prima (sinistra) e dopo (destra) – clicca per aprire a schermo intero

Applicazione Nitidezza in Lightroom: prima (sinistra) e dopo (destra) – clicca per aprire a schermo intero

Applicazione Nitidezza in Lightroom: prima (sinistra) e dopo (destra) – clicca per aprire a schermo intero

Applicazione Nitidezza in Lightroom: prima (sinistra) e dopo (destra) – clicca per aprire a schermo intero

A prima vista il problema sembra in gran parte risolto. L’immagine finale ottenuta con questa operazione è la seguente:

Immagine finale con Nitidezza applicata

Per scaricarla in dimensioni reali clicca qui.

Resta ancora qualche piccolo artefatto che può essere mitigato lavorando sul raggio ma nulla di eclatante a mio avviso. Vediamo però se con gli altri sviluppatori RAW la situazione migliora ulteriormente, confrontandoli con la versione Lightroom già sistemata.

Luminar 2018

Visto l’ottimo risultato che aveva ottenuto Luminar su file della X-T1 (vedi questo articolo) ho replicato la stessa cosa sui file della X-H1, e qui devo dire essere rimasto in parte deluso. Dal file vengono fuori più dettagli sui verdi (vedi in particolare il secondo esempio: dove in Lightroom abbiamo un verde uniforme in Luminar compaiono parti prive d’erba), ma la sensazione generale è più morbida. Forse la gestione di una fotocamera nuova come la X-H1 richiede ancora qualche affinamento, oppure lo sviluppo necessita di qualche ulteriore accorgimento. Farò ulteriori prove.

Nota: ricorda che l’immagine Lightroom usata per il confronto è già quella con nitidezza ottimale applicata

Lightroom (sinistra) contro Luminar (destra) – clicca per aprire a schermo intero

Lightroom (sinistra) contro Luminar (destra) – clicca per aprire a schermo intero

Lightroom (sinistra) contro Luminar (destra) – clicca per aprire a schermo intero

Iridient XTransformer

Il risultato di Iridient è di tutto rispetto: trovo un ulteriore e netto miglioramento rispetto a Lightroom già corretto. Il programma ha diverse impostazioni, che cambiano il risultato finale. Ne abbiamo parlato più diffusamente in questo articolo.

Lightroom (sinistra) contro Iridient (destra) – clicca per aprire a schermo intero

Lightroom (sinistra) contro Iridient (destra) – clicca per aprire a schermo intero

Raw Therapee

Nel gruppo Facebook Fuji X Italia alcuni utenti mi hanno consigliato di provare il software gratuito Raw Therapee per la demosaicizzazione dei RAF. Incuriosito, con un certo interesse l’ho provato e devo dire che, applicando la nitidezza con algoritmo di deconvoluzione RL come nel caso seguente

Nitidezza in Raw Therapee

si ottengono risultati di tutto rispetto, superiori a tutti quelli visti fino ad ora. Il problema consiste nella quantità di opzioni disponibili, che rendono difficile l’uso di questo software rispetto ad altri. Devo vedere quindi più nel dettaglio questo programma, ma le prime impressioni sono molto buone, anche se noto qualche problema (nello specifico, un leggero reticolo di demosaicizzazione) sul sasso più grande presente nella seconda immagine

Lightroom (sinistra) contro Raw Therapee (destra) – clicca per aprire a schermo intero

Lightroom (sinistra) contro Raw Therapee (destra) – clicca per aprire a schermo intero

Lightroom (sinistra) contro Raw Therapee (destra) – clicca per aprire a schermo intero

Vale però assolutamente un approfondimento.

Conclusioni

I verdi impastati sono ancora un problema? A quanto vedo direi proprio di no: nei (rari) casi in cui possono dare fastidio ci sono diversi modi per eliminarli direi completamente.

Nella seguente tabella puoi trovare tutti i dettagli dei software utilizzati e puoi scaricare le versioni in alta risoluzione del file sviluppato.

SoftwareVersionePrezzoSito InternetFile
 Adobe Lightroom Classic 7.2 13 euro/meseAdobeDownload
 Luminar 2018 1.1.1 59 euroSkylumDownload
 XTransformer1.0.2 39 USDIridientDownload
Raw Therapee5.4Open SourceRawTherapeeDownload

 

Nota Importante

Questo articolo non vuole in nessun modo spingerti ad usare o ad acquistare un software piuttosto che un altro. Riflette solo il mio pensiero relativo alla situazione testata. Anche se sono iscritto al programma di affiliazione Skylum (motivo per il quale riesco a scontare Luminar a chi volesse eventualmente acquistarlo) nessun articolo del sito è sponsorizzato o falsato nelle conclusioni.

Sconto Luminar

Sei interessato ad acquistare Luminar 2018? In fase di acquisto usa il codice coupon "COLOREDIGITALE" per avere 10 euro di sconto immediato.
Informazioni - Acquista

Restiamo in contatto

Seguici su Telegram: http://t.me/coloredigitale
Iscriviti alla pagina facebook: http://facebook.com/pg/coloredigitale
Seguici su Twitter: https://twitter.com/coloredigitale

Dubbi? Domande? Suggerimenti? Contattami

Pin It on Pinterest