In questo articolo vediamo come creare un ambiente di lavoro in Luminar 2018 con tutti gli strumenti che sono presenti nel modulo Sviluppo di Adobe Lightroom.

Premessa

Ogni software ha un flusso di lavoro che è pensato per quel particolare strumento. Quindi “ricreare” un ambiente di un prodotto (Lightroom) in un altro (Luminar) potrebbe non essere il modo migliore per lavorare con il nuovo software. Tuttavia, almeno all’inizio, può essere comunque utile.

Diversi di voi mi hanno infatti scritto (a proposito, come sempre se hai domande, dubbi o idee non esitare a contattarmi) proprio chiedendomi questo: esiste un modo per avere tutti gli strumenti che siamo abituati ad avere nel modulo sviluppo di Lightroom anche in Luminar 2018?

La risposta è affermativa, e qui ti spiego come fare.

Scarica il Workspace Luminar già pronto

Per rendere tutto ancora più facile, ho preparato e distribuisco gratuitamente un file di workspace Luminar creato apposta per questo scopo. Lo puoi scaricare qui.

L’installazione è molto facile: decomprimi il file zip e copia il file Lightroom.lmws nella directory

C:\Users\<utente>\AppData\Roaming\Luminar 2018\Data\Workspaces

Ora basta far partire Luminar e trovi un nuovo workspace chiamato Lightroom. Selezionalo e il gioco è fatto. Se invece non sai come usare gli spazi di lavoro leggi la parte 1 del tutorial su Luminar 2018.

Strumenti Lightroom

Vediamo nel dettaglio di capire quali sono gli strumenti utilizzati, uno per uno, partendo dai pannelli del modulo di Sviluppo di Lightroom.

Pannello Base, Correzione Obiettivo e Trasformazione

Questi tre pannelli di Lightroom in Luminar sono tutti raggruppati insieme nel filtro RAW Develop, nei tre tab Adjust, Lens e Transform.

Il filtro RAW Develop

In realtà la parte di correzione obiettivo è ancora inferiore alla controparte Adobe, in particolare in quanto manca della possibilità di avere profili già creati. E’ quindi necessario operare manualmente, operazione certamente più onerosa.

Anche se in RAW Develop è presente uno slide chiarezza (Clarity) ti consiglio però di provare prima il filtro Structure, di effetto normalmente più naturale.

Filtro Structure

Per completare il pannello Base manca ancora un filtro: la saturazione (Saturation/Vibrance)

Filtro Saturation/Vibrance

Pannello Curva di Viraggio

In Luminar si chiama semplicemente Curves e anche se il funzionamento è leggermente diverso (più simile alle curve di Photoshop) si arriva ad ottenere lo stesso risultato.

Filtro Curves

Pannello HSL

In Lightroom questo pannello ha tre tab: HSL, Colori e B&N. In Luminar sono invece presenti tre filtri distinti.

HSL è praticamente identico alla controparte Adobe

Filtro HSL

Colore invece non ha una corrispondenza esatta (nel senso che il metodo di lavoro è leggermente diverso), ma le stesse cose si possono fare con i filtri Channel Mixer oppure con Color Balance.

Filtro Channel Mixer

Filtro Color Balance

Il filtro per il bianco e nero è invece B&W Conversion. Questo filtro non è inserito nel workspace in quanto è l’unico che anche se tutto a zero provoca una trasformazione dell’immagine (la rende appunto bianco e nero). Quando converti in B&N lo devi quindi aggiungere manualmente, oppure crearti un workspace apposito per le immagini in bianco e nero.

Filtro B&W Conversion

Pannello Divisione Toni

In Luminar si chiama Split Toning e anche in questo caso il funzionamento è identico alla controparte Adobe

Filtro Split Toning

Pannello Dettagli

In Lightroom il pannello dettagli consente di compiere due operazioni: applicare nitidezza e ridurre il rumore. In Luminar queste due operazioni sono eseguite da due filtri diversi: sharpening e denoise.

Per quanto riguarda la nitidezza però ti consiglio di provare anche il filtro Details Enhancer che spesso crea un effetto più naturale. Se usi il Sharpening guarda all’impostazione Dehalo, che aiuta a limitare i brutti artefatti sui contorni in caso di nitidezza eccessiva (ma in questi casi forse è comunque meglio abbassarla…)

Filtro Sharpening

Filtro Denoise

Effetti

Lightroom ha tre diversi effetti applicabili, Luminar invece ne ha molti di più (e alcuni li vedremo prossimamente). Tuttavia le tre parti di cui è composto “Effetti” nel prodotto Adobe in Luminar sono: Grain per Granulosità, Dehaze per Riduzione Foschia e Vignette per Vignettatura. Sono tutti autoesplicativi e praticamente identici a quanto presente in Lightroom

Filtro Vignette

Filtro Grain

Filtro Dehaze

Pannello Calibrazione Fotocamera

L’ultimo pannello (ma spesso il primo ad essere usato) è Calibrazione Fotocamera. La parte più interessante di questo pannello consente di applicare i preset jpeg già presenti nella fotocamera, ossia generare un file come fosse stato creato dalla fotocamenta usando i propri preset (o picture style, come li chiama Nikon). Non esiste una funzione identica in Luminar, però il filtro LUT Mapping può fare la stessa cosa (e anche molto di più a dire il vero) caricando i file LUT corretti. Ne abbiamo diffusamente parlato in questo articolo, a cui ti rimando per ulteriori informazioni e per come installare i file LUT.

Filtro LUT Mapping

 

Sconto Luminar

Sei interessato ad acquistare Luminar 2018? In fase di acquisto usa il codice coupon "COLOREDIGITALE" per avere 10 euro di sconto immediato.
Informazioni - Acquista

Vuoi aiutare coloreDigitale.net senza spendere un centesimo? Acquista su Amazon.it usando il nostro link. Grazie!!!

Restiamo in contatto

Seguici su Telegram: http://t.me/coloredigitale
Iscriviti alla pagina facebook: http://facebook.com/pg/coloredigitale
Seguici su Twitter: https://twitter.com/coloredigitale

Dubbi? Domande? Suggerimenti? Contattami